Menu

Consigli igiene orale. Come lavarsi i denti? 8 errori facili da evitare.

Consigli igiene orale. L’igiene orale parte da una semplice azione quotidiana: lavarsi i denti. Questo gesto, all’apparenza banale, viene eseguito a volte con superficialità o nel modo scorretto. Farmacia Bernardi, da sempre attenta a questa tematica, ti propone i prodotti migliori per la pulizia dei denti e della bocca. Scopri insieme a noi gli 8 errori più frequenti, che puoi facilmente evitare.

 

EVITARE GLI ERRORI PIÙ COMUNI, PER UNA COMPLETA IGIENE ORALE

Molte abitudini consolidate, per quanto riguarda il lavaggio dei nostri denti, in realtà non sono corrette. Evitare azioni e comportamenti sbagliati è fondamentale perché ci permette di preservare il “tesoro dei nostri denti” ed essere più sereni quando sorridiamo, parliamo, mangiamo. Solo con una corretta pulizia dentale, possiamo agire con efficacia per:

  • Liberare completamente i denti dai frammenti di cibo che si depositano negli interstizi
  • Evitare che lo smalto dentale si macchi o si rovini
  • Eliminare i batteri che possono causare carie o deterioramenti
  • Combattere l’alitosi

Vediamo insieme gli 8 errori più comuni che puoi facilmente evitare quando ti prendi cura dei tuoi denti e segui i nostri consigli igiene orale.

1) LAVARE I DENTI TROPPO POCO (O TROPPO SPESSO)   

“Quante volte al giorno occorre lavarsi i denti?”. Avrai sentito dire che è buona abitudine lavarsi i denti 3 volte al giorno, dopo i pasti. Questo è senza dubbio vero, infatti la cadenza classica della pulizia dentale prevede tre momenti essenziali: alla mattina, dopo pranzo e alla sera. Questo consente di eliminare placca, batteri, residui di cibo e così via… Lavare i denti una volta sola al giorno – o ancora meno – è altamente sconsigliato.

Allo stesso modo, non bisogna cadere nell’errore opposto! Non conviene lavare i denti 5 o 6 volte al giorno, perché un eccesso di strofinamento dello spazzolino, abbinato a un uso massiccio di dentifricio (ne basta poco!), potrebbe danneggiare lo smalto dentale. Se lo smalto è debole, infatti, i batteri e altri fattori esterni possono entrare più facilmente nei denti.   

2) SPAZZOLARE I DENTI SUBITO DOPO I PASTI

Spesso i ritmi frenetici della nostra vita ci spingono a lavarci i denti immediatamente dopo aver mangiato. Questa azione non è corretta e, possibilmente, andrebbe evitata. Il motivo è semplice: lavarsi i denti subito dopo i pasti facilita la penetrazione degli acidi contenuti nel cibo e rischia di danneggiare lo smalto. Come comportarsi allora? Aspettare 20 minuti prima di usare lo spazzolino consente alla saliva di rimuovere i residui di acido presenti nei cibi ed elimina il problema. Se abbiamo bevuto succhi di frutta o bevande gassate – molto ricche di acidi – il tempo di attesa corretto è di 30/40 minuti.

3) LAVARE I DENTI PER MENO DI 2 MINUTI

La fretta nell’igiene orale è cattiva consigliera… Infatti non può esserci un’efficace spazzolatura dei denti se dedichiamo meno di 2 minuti a questa operazione. Occorre prendersi il giusto tempo per evitare di lasciare sui denti dei possibili residui di tartaro e cibo e rischiare di macchiarli. La fretta può portare anche ad un’altra azione sbagliata: usare lo spazzolino con troppa foga. Questo può causare delle abrasioni sulla superficie dentale e non solo… Quando le setole dello spazzolino vengono premute troppo e mosse con eccessiva velocità, non riescono a penetrare nelle fessure che dovrebbero raggiungere. Ne deriva una pulizia parziale e poco efficace. 

4) SPAZZOLARE SOLO LA PARTE FRONTALE DEI DENTI

Dedicare attenzione alla parte frontale dei denti ci viene più facile e istintivo, ma non basta! La pulizia quotidiana dei denti non può ridursi a un semplice “fattore estetico”. La stessa cura che rivolgiamo alle parti dei denti “più in vista”, la dobbiamo riservare anche (e soprattutto), alle parti più difficili da raggiungere. La parte vicina alle gengive, il retro dei denti e ogni singolo interstizio devono essere spazzolati con cura e delicatezza.

5) DIMENTICARE DI PULIRE BENE LA LINGUA

La lingua, così come i denti, merita attenzione. L’igiene orale non può essere completa se ci dimentichiamo di questo aspetto. Per una efficace pulizia della lingua – che aiuta a combattere l’alitosi – basta mettere lo spazzolino in posizione orizzontale ponendo l’impugnatura perpendicolare alla linea centrale della lingua. A questo punto, basta spostarlo verso il basso premendo delicatamente e andando dal dorso linguale fino alla punta. Prima di iniziare l’operazione, lo spazzolino va semplicemente bagnato con acqua. In commercio esistono spazzolini con un raschietto incorporato (nella parte opposta rispetto alle setole). In questo caso, puoi efficacemente utilizzare questa parte!

6) RISCIACQUARE SUBITO LA BOCCA

Questo è senza dubbio uno degli errori più comuni! Risciacquare i denti, immediatamente dopo averli lavati non è un comportamento corretto. La ragione è semplice. Sciacquando subito i denti, impediamo al dentifricio di ricreare un ambiente ottimale all’interno della bocca. Il risciacquo, infatti, porta via il rivestimento protettivo al fluoro lasciato dal dentifricio che garantisce ore di protezione. Per non indebolire l’azione del dentifricio un’altra buona abitudine è questa. Evitare di bere, per almeno mezz’ora, dopo il lavaggio dei denti.

7) USARE PER TROPPO TEMPO LO STESSO SPAZZOLINO

Un’ottima abitudine è sostituire lo spazzolino ogni tre mesi. In questo modo si evita di utilizzare uno strumento danneggiato, che ha perso le sue caratteristiche di funzionalità. Dopo un certo periodo di tempo, infatti, le setole diventano un supporto poco igienico. Senza contare che iniziano a piegarsi e a deformarsi perdendo la loro capacità di entrare nelle gengive e negli spazi più angusti tra dente e dente. Per quanto riguarda la scelta dello spazzolino, è meglio scegliere modelli con setole non eccessivamente rigide. A questo punto, non possiamo non citare gli spazzolini elettrici! La loro azione è davvero efficace e sono ancora più performanti di quelli tradizionali, sia nella riduzione della placca dentale che nella prevenzione delle gengiviti.

8) COPRIRE LO SPAZZOLINO DA DENTI

Ora che abbiamo visto come lavarsi i denti in modo più efficace e corretto, è utile spendere qualche parola su come conservare lo spazzolino. Contrariamente a quello che possiamo pensare, coprire lo spazzolino con custodie di plastica o altro, non è una buona idea. Questo favorisce l’umidità delle setole e la proliferazione di muffe e batteri. Meglio lasciare asciugare lo spazzolino all’aria.  

FARMACIA BERNARDI TI OFFRE IL MEGLIO E TANTI CONSIGLI IGIENE ORALE

In questo approfondimento ci siamo concentrati su come lavarsi i denti con lo spazzolino, cercando di darti informazioni pratiche e utili. L’igiene orale, però, è un settore molto ampio e prevede una vasta gamma di prodotti e strumenti, tra cui:

  • Dentifricio
  • Colluttorio
  • Filo interdentale
  • Spazzolini elettrici (anche con testine rotanti)
  • Idropulsori a getto d’acqua (per il lavaggio delle gengive)

Nella nostra Farmacia trovi un’ampia scelta di prodotti di qualità a marchio GUM e OralB, capaci di darti consigli igiene orale e rispondere efficacemente a ogni esigenza di pulizia dentale.

Ti proponiamo prezzi interessanti e grande qualità. Ad esempio, per quanto riguarda gli Spazzolini Elettrici OralB ti offriamo sconti fino al 50%. Vieni a dare un’occhiata in Farmacia. Passa a trovarci a Torino, in via Duchessa Jolanda, 15 bis. Ti aspettiamo!    

Condividi questo contenuto!
0 Commenti